Oltre Pentecoste 31

Ultimo passo degli Esercizi: conclusione e saluti.

Nessuno può dire di essere inserito in una esperienza di fede autentica, finché non avrà compiuto il suo primo atto percepito come rischio, compiuto soltanto per la decisione che ci fa dire: io credo quindi opero secondo la fede. 

Là dove sperimento che la mia idea di bene mi fa fare del male, allora si apre per me la grande possibilità di seguire un altro che sappia qual è il bene. 

Serve seguire un altro degno di fiducia, e serve anche andare contro la mia percezione del bene, fare qualcosa percepito come rischio, questo il rinnegamento del Vangelo, quello che chiede Gesù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *