Non è giusto che trascuriamo

Registrazione di canto inizio, letture, commento ed extra finale della Messa della Domenica della IV settimana di Pasqua 10 maggio 2020

Video della Messa

Commento in 3 SMS:

(Riporto qui il commento che inviamo con 3 SMS, a chi non ha altri strumenti tecnologici)

Buon giorno, Domenica V settimana di Pasqua Atti 6,1-7; Salmo 32; 1Pt 2,4-9; Gv 14,1-12. A fine febbraio abbiamo avuto un incontro a San Giovanni in Laterano in cui è stata commentata proprio questa prima lettura, questo brano degli Atti degli Apostoli. Mi colpisce che oggi, giornate nelle quali cominciamo a tornare ad una vita meno ristretta da divieti, ritorna. Mi riviene in mente la riflessione fatta, che già vi avevo accennato. Questo sacerdote aveva messo in fila la fine del capitolo 2 degli atti degli apostoli, la fine del capitolo 4 e questo inizio del capitolo 6. La storia è semplice: la prima comunità metteva i beni insieme e nessuno era nel bisogno. Però poi la comunità diventa più grande allora pensano di risolvere il problema vendendo i bene e dando i soldi agli apostoli e gli apostoli li amministravano 

per chi era nel bisogno. Solo che, ed è il brano di oggi, gli apostoli non ce la fanno a aiutare tutti, per problema di tempo e la gente che si sente trascurata, protesta. Gli apostoli ci pensano su e dicono: abbiamo sbagliato. Non è giusto che trascuriamo la preghiera e la predicazione per curare i poveri. E chiedono un aiuto. Oggi per tante cose siamo in una situazione simile al momento del problema. I preti sono caricati di tanti compiti, la comunità si aspetta che il parroco decida tutto, in molti casi se qualcosa non va, si va dal parroco e si lamenta il guaio. Non so perché sia così, quello che mi viene da pensare è che prima i sacerdoti erano tanti, io quando sono arrivato in parrocchia ho trovato 4 preti che abitavano qui di cui 3 a pieno servizio della comunità, e altri 4 preti venivano spesso ad aiutare; perciò essendo i 

sacerdoti tanti non c’era il problema. Ora le cose che stano al parroco sono troppe per il tempo che ho. Così questo brano che ci racconta un problema simile e una soluzione pensata allora ci può stimolare a trovare anche noi come comunità una soluzione. I bisognosi che si sentono trascurati si lamentano con il parroco, questo va bene, allora gli apostoli dissero non va bene così, noi abbiamo troppo lavoro, e dicono alla comunità scegliete persone adatte a fare ciò che vi serve. Così credo che la comunità anche oggi come allora possa andare in questa direzione, aprirsi ad una maggior partecipazione, responsabilità e amministrazione dei beni della comunità da parte di tanti, partendo proprio dall’aiuto a chi è in difficoltà, ci serve una capacità di amare maggiore, ma il signore ce la donerà. Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *