Mi piacerebbe raccogliere le preghiere che vibrano …

Mi piacerebbe che attraverso il nostro sito, si potessero raccogliere le preghiere che vibrano nel nostro cuore, per iniziare riporto la mia, se vuoi scrivi anche la tua. Luisa.

“Gesù, il tuo amico Lazzaro era malato e tu non sei corso da lui. Sapevi che era morto, e non ti sei affrettato. Anzi, ci hai sbalordito dicendo che “ne eri contento”. Ma che dici??!!
Quanto somiglia questa vicenda, alla nostra situazione attuale! I tuoi “amici”, coloro che tu ami, tutti noi… stiamo morendo e tu non accorri, non ci soccorri, non te ne curi come quella notte nella quale dormivi, mentre la barca stava affondando con i tuoi amici. “Signore, non ti importa che periamo”? Svegliati! Soccorrici! Calma questa tempesta pandemica!
Fra poco sarà giorno per te; tu, il Risorto tra i morti. E cosa ci dici, oggi? “Questa malattia non porterà alla morte, ma è per la gloria di Dio. Se crederai…”.
Portaci con te, Gesù, nella tua morte e nella tua Risurrezione. Fa’ che ogni nostra morte fisica, mentre ci lacera il cuore, ci spinga a sperare in quella Vita che fin da oggi, tra queste lacrime raccolte nel tuo otre, crediamo ed invochiamo.

6 thoughts on “Mi piacerebbe raccogliere le preghiere che vibrano …

  1. In questi giorni, anche per un caso di una persona a me cara morta nella provincia di Bergamo, sto pregando perché i moribondi possano trovare accanto persone che, ancorché sfinite dal superlavoro, siano disponibili a colmare quel vuoto di umanità che si sta registrando nelle modalità dei decessi. Sono strazianti, ma edificanti, i racconti di chi ha consentito un ultimo saluto, uno sguardo di amore, una carezza non infettante prima della morte, attraverso telefonate e videochiamate.Se l’umanità ha compiuto un salto in avanti quado ha iniziato a seppellire i morti, ora anche questo atto sembra cosi difficile e in alcuni casi impossibile.
    Signore porta umanità dove non ci sono le condizioni perché essa si manifesti. Kirie eleison

  2. Signore, voglio affidarti i vigili che oggi ci hanno fermato tornado in macchina dal San Camillo, la loro stanchezza, l’andare e venire da una macchina all’altra per alleggerire il blocco, visi non visti dietro le mascherine, gestire qualcosa a cui nessuno di noi era pronto.
    Ti affido in modo particolare il vigile donna che è sta molto delicata nei miei confronti, preoccupata di non farmi scendere dalla macchina affinché non prendessi freddo, proteggila nel suo servizio e che non perda la sua umanità sopraffatta dalla stanchezza.Amen

    1. grazie anna maria per questa tua preghiera, come anche per tutte le altre. Ho bisogno anche io di sentirmi unanime con voi in questa lunga è sentita invocazione.

      1. Dio fino ad oggi ti ho sempre sentito lontano. Non so perchè, forse perchè sei lassù e non sei mai sceso fisicamente…comunque non ho mai sentito la tua presenza fisica vicino a me come invece è ogni momento con Gesù, lo Spirito e Maria. Ma da quando è cominciata questa pandemia ti ho scoperto! Ti ringrazio perchè stai dando modo al mondo intero e a me di resettare tutto, di fermarci e guardare bene la nostra Terra, la nostra vita, la natura, le relazioni, il cuore, il nostro corpo e lanostra anima. Posso contemplare quello che sono e quello che mi hai dato…che di gran lunga supera gli acciacchi, i dolori, le fatiche. Contemplo i miei limiti e la mia piccolezza, immaturità e egoismo. Li guardo con dolcezza perchè Tu li guardi e li ami così. Lo sento e ti sento vicino e immenso come mai avevo sperimentato. Ti lodo per questa pandemia! È come il settimo giorno in cui ci si riposa e si contempla ciò che si è fatto. La verifica non è molto soddisfacente ma neanche tutto da buttare via ?…sono in crescita! Gli uomini hanno la possibilità di capire a che punto sono, di migliorare e di cambiare, riscoprirsi e riscoprire relazioni, valori, sentimenti, fragilità…
        Tu non mandi il male e la sofferenza ma siamo così chiusi e così inumani a volte che solo attraverso la tribolazione possiamo far vibrare lo Spirito che ci abita, possiamo fare silenzio e guardarci dentro per comprendere che siamo come neonati nelle tue mani forti, dolci, avvolgenti e sicure.
        È il tuo grido Dio, il tuo grido d’amore per noi tutti: ” non vedete quanto vi amo? Non vedete che solo uniti c è vita? “

  3. La tua preghiera Luisa nasconde la domanda che tutti noi ci stiamo facendo: Perchè questa pandemia? perchè tutte queste morti, tutta questa sofferenza …….. Dio ci ha abbandonato?
    Io penso invece ci stia amando e tanto. Come dici tu ci sta portando verso la sua Risurrezione e quando tutto sarà passato, se resteremo su questa terra saremo migliori, ci renderemo conto di quanto sono futili i beni materiali, di quanto l’umanità é un tutto unico, di quanto la nostra vita quotidiana é un dono immenso. Se invece ci vorrà con Lui preghiamo che ci perdoni e ci accolga tra le sue braccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *